Soppressata di Calabria DOP (bianca, senza peperoncino)

/, Salumi/Soppressata di Calabria DOP (bianca, senza peperoncino)
  • Soppressata di Calabria DOP
  • DSC_5190

Soppressata di Calabria DOP (bianca, senza peperoncino)

Soppressata di Calabria DOP

  • Spalla o filetto in misura non inferiore al 50% dell’impasto
  • Prosciutto in misura non superiore al 50%
  • Lardo in misura dal 5% al 7%
  • Sale in quantità compresa fra il 2,1/2,5%
  • Aromi naturali quali pepe macinato, salsa di peperoni, pepe nero
  • Antiossidanti in misura inferiore ai limiti di legge
  • Conservanti in misura inferiore ai limiti di legge

Salame insaccato e stagionato in budello di suino (intestino crasso) di forma cilindrica 6cm. circa di diametro, la legatura viene eseguita con spago naturale avvolgendo la soppressata con una serie di anelli ben tesi, tempo di stagionatura non inferiore a 45 giorni
La Soppressata di Calabria DOP, all’atto dell’immissione al consumo presenta le seguenti caratteristiche:

  • La forma è assimilabile ad una figura cilindrica leggermente schiacciata, della lunghezza compresa fra i 10 e i 18 cm e del diametro compreso fra 4 e 8 cm;
  • Al taglio risulta di aspetto compatto e tendente al morbido, con una colorazione rosso naturale o rosso vivace uniforme a seconda dell’uso degli ingredienti naturali (pepe nero in grani o pepe rosso, dolce o piccante)

È tipicamente consumato come antipasto o come spuntino, con il tradizionale pane locale a  lievitazione naturale, cotto nel forno a legna

Sfusa intera, Sottovuoto intera

Categorie: ,

Product Description

dop_soppressata

La Soppressata di Calabria DOP è l’insaccato calabrese più pregiato a ragione di un impasto di carni ricavate dal prosciutto e filetto o spalla e l’aggiunta di grasso ben scelto dal lardo della parte anteriore del lombo.
Le carni ed il lardo, selezionate e tritate a medio taglio e opportunamente aromatizzate con pepe nero in grani o pepe rosso dolce o piccante, calabrese, vengono insaccate in budella naturali di suino.
Forate e legate a mano con spago naturale e dalla caratteristica forma leggermente schiacciata vengono poste a stagionare per un periodo minimo di quarantacinque giorni

Da noi, tutto è meglio

La stagionatura avviene in modo statico, senza l’ausilio di clima forzato. sfruttando le caratteristiche ambientali favorevoli del territorio, lo stabilimento sorge ai piedi della Sila.

leggi Il decalogo della bontà